Strumenti personali
Tu sei qui: Portale

Giulio nel 2016, come Andrea nel 1943

Probabilmente non sapremo mai chi ha ucciso Giulio Regeni al Cairo, ma sappiamo con certezza dall'autopsia fatta sul suo corpo, che egli è stato torturato per giorni, fino a quando non è sopraggiunta la morte. Leggi tutto...
Azioni sul documento

Lo stadio delle Due Strade intestato a «Gino Bozzi», comandante partigiano. La strada di acceso allo stadio e lo slargo antistante intestati rispettivamente a «Stefano Borgonovo» e «Armando Segato», giocatori della Fiorentina

La Giunta del Comune di Firenze, in seguito al riassetto toponomastico della città, ha deliberato che lo stadio delle Due Strade sia intestato a “Gino Bozzi”, in modo da formalizzare - una volta per tutte - la decisione presa alla vigilia della Liberazione di Firenze, quando si volle intestare alla memoria del comandante partigiano ucciso dai fascisti repubblichini a Pistoia il 4 gennaio del 1944, lo stadio delle Due Strade che fino a quel momento era stato chiamato “Stadio del Littorio”. Subito dopo la Liberazione di Firenze, prima ancora che tutta l'Italia fosse stata liberata dal nazifascismo, alla memoria di “Gino Bozzi” era stata nominata anche una squadra di calcio e un torneo che vide gareggiare ben 48 squadre. La “Coppa Bozzi” fu giocata nel dicembre del 1944 allo stadio “Gino Bozzi” delle Due Strade, mentre la squadra di calcio, denominata “Movimento Giovanile Comunista Gino Bozzi”, ebbe la soddisfazione di disputare con la Fiorentina, il 2 aprile 1945, la prima partita ufficiale che i viola giocarono nel dopoguerra e di vincere sulla Fiorentina per 1-0. La Giunta del Comune di Firenze ha inoltre deliberato che la strada di accesso allo stadio sia intestata a “Stefano Borgonovo” e che lo slargo antistante all'impianto sportivo porti il nome di “Armando Segato”, due glorie della Fiorentina accomunati da una coraggiosa e pubblica battaglia contro una terribile malattia. PER CONTINUARE A LEGGERE CLICCA SUL TITOLO



Tesseramento 2016 all'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia

E' possibile iscriversi all'ANPI inoltrando una domanda di ammissione e lasciando una quota d'iscrizione (minimo 10 euro). L'iscrizione può essere fatta di persona direttamente nella sede della Sezione ANPI Oltarno, a Firenze, in via S.Agostino 19 (tel. 055.2676755); oppure con bonifico bancario sul c/c della Banca CR Firenze - Agenzia n. 2 c/c n. 8701 intestato A.N.P.I. Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, IBAN: IT92 J061 6002 8020 0000 8701 C00, avendo cura d'indicare il nome dell'associato e la causale (Iscrizione anno 2016); oppure facendo un versamento on line tramite pagamento PayPal direttamente dal sito web (vedi apposito bottone). ---#Per leggere tutto clicca sul titolo di questo post#


Licenza Creative Commons
Tutte le immagini presenti su questo sito sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.