Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Notizie Riflessione sulla concessione di Villa Arrivabene da parte del quartiere 2 a Casaggì

Riflessione sulla concessione di Villa Arrivabene da parte del quartiere 2 a Casaggì

Noi come associazione ANPIOLTRARNO siamo fortemente contrari a che il quartiere 2 conceda l'uso di spazi a personaggi che alla commemorazione per la liberazione di Firenze ahanno ricordato i franchi tiratori o che organizzano cene per ricordare la marcia su Roma diffondendo cultura fascista e razzista oltrepiù capitanati da l'ex ministro Giorgia MELONI. Di seguito la lettera scritta dal CAAT "Coordinamento Antifascista Antirazzista Toscano.

La concessione di Villa Arrivabene a Casaggi ci indigna profondamente.Sono le
nuove leve del Pdl che hanno sfilato a fianco di CasaPound (alla quale si deve
l'assassinio di due lavoratori senegalesi)pochi giorni fa per le strade della
nostra città militarizzata per proteggerle.A questi loschi individui che
imbrattano i muri, che nel giorno della Liberazione di Firenze hanno
commemorato i franchi tiratori, che organizzano cene per ricordare la marcia su
Roma (alle quali durante i bagordi il vostro consigliere Draghi tendeva il
braccio destro cantando di avere il “cuore nero”), si permette di presentarsi
in pubblico conla copertura di una istituzione.Vogliamo ricordare che questa
marmaglia, con a capo la Meloni, ex ministro di un governo di destra in quanto
proveniente dal MSI-Fronte della Gioventù, è animata dalle stesse idee dei
fascisti e dei nazisti che hanno oppresso l'Italia che se ne è liberata con una
Lotta di Resistenza costata la vita ad un enorme numero di antifascisti.Nella
stessa Firenze, Medaglia d'Oro alla Resistenza, i partigianinon possono essere
morti invano.Per il Q2 diventa pura ipocrisia, ricordare ogni anno i giovani di
Vicchio trucidati a Campo di Marte per mano fascista e permettere ai fascisti
di usufruire la sede del Consiglio di Quartiere pertrasmettere la loro cultura
razzista, xenofoba e nazionalista!Nonostante le recenti tesi revisioniste i
morti non sono tutti uguali: la storia è fatta di oppressi e oppressori!Mentre
gli antifascisti continuano la loro mobilitazione per impedire ai fascisti di
parlare, per chiudere i loro covi, è vostro dovere negare la sala per tale ed
altre iniziative del genere.

Coordinamento Antifascista Antirazzista Toscana - Firenzecaatfirenze@yahoo.it

Azioni sul documento
Licenza Creative Commons
Tutte le immagini presenti su questo sito sono distribuite con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia.